Coriandolo? Non aspettare il carnevale!

Scopri con Biosa Il Calderone del Bio le potenti proprietà di una spezia ancora poco usata e conosciuta

7 Dicembre! 

Buongiorno, 

Quest’oggi Biosa vi parla di Coriandolo…e non quello di carnevale s’intende! 😉 

Cos’è il Coriandolo? 

Il Coriandolo, ( Coriandrum sativum), è una pianta erbacea della famiglia delle Apiaceae, originaria dei paesi del Mediterraneo. 

Parente del finocchio e del prezzemolo, si ricorda per le foglie piccanti, ed apprezzate soprattutto in Oriente, per i fiori bianchi e per i suoi frutti (semi) molto aromatici dal sapore dolciastro utilizzati per scopi curativi. 

Proprietà 

Il coriandolo, viene usato in fitoterapia per uso interno, mentre è usato per uso esterno come aromatizzante o come ingrediente in molte cucine Orientali. 

Le proprietà fitoterapiche del Coriandolo si trovano nei suoi frutti (semi) I cui principi attivii sono: linalolo, alfa-pinene, limonene, gamma-terpinene, canforaolio essenzialevitamina Csteroliflavonoidiacido clorogenico ed acido caffeico
Il coriandolo è conosciuto per il suo effetto stimolante : attenua infatti il senso di fatica e combatte l’inappetenza

E’ un ottimo tonico sia per l’attività celebrale, sia per il sistema nervoso che  grazie alle sue potenzialità antispasmodiche (rilassa la muscolatura) veniva usato anche nella cura delle depressioni. 

Il coriandolo è anche un potente fungicida e antibatterico. 

Sicuramente la più importante delle sue funzionalità, però, è quella riguardante la cura dello stomaco ed intestino avendo  potenti proprietà carminativestomachichearomatizzantiaperitive, antispasmodicheantisettiche e battericide. 

Si utilizza, per questo motivo, principalmente come ingrediente per infusi, decotti e tisane che vanno ad agire in caso di spasmi intestinali, gonfiore, digestione lenta, colon irritabile, diarrea, micosi e batteri presenti soprattutto nell’apparato urinario. 

Tisana Carminativa al Coriandolo

Controindicazioni 

Il fatto che il Coriandolo sia utilizzato in cucina e che sia di origine naturale non deve far pensare che potrebbe avere effetti collaterali se utilizzato eccessivamente:

  • non dovrebbe essere assunto con alti medicinali o farmaci per lo stomaco o intestino; 
  • potrebbe causare intolleranze o allergie; 
  • è sconsigliato in gravidanza o durante l’allattamento;
  • se assunto in dose massiccia può creare stati di eccitazione, depressione, ipersensibilità o ebbrezza;
  • l’olio essenziale e gli estratti possono essere pericolosi se assunti per via orale o inalati per un periodo prolungato.

A domani B(r)iose! Lasciate qualche commento o condividete se vi è piaciuto l’articolo.

A domani! 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...